Con i residenti per disegnare l’Area blu

Pubblicato da
Questa sera incontro con i cittadini per avviare un nuovo percorso e dibattito. Nominati i cittadini che siederanno al tavolo tecnico sulla Ztl.

Sassari_incontro Ztl_2Sassari 16 aprile 2015 – “Residenti vecchi e nuovi del centro storico che hanno scelto  di abitarlo, imprenditori che resistono e che hanno operato nell’area: sono questi i pilastri sui quali vogliamo puntare per avviare un ragionamento su un argomento che, negli anni, ha suscitato varie opinioni”. Ha aperto così il suo intervento il sindaco di Sassari Nicola Sanna dando il via alla riunione che l’amministrazione sassarese ha voluto per avviare il confronto sull’Area blu con i cittadini.
Questa sera, in una sala conferenze dell’assessorato alla Cultura affollata da residenti e non, oltre che commercianti della area blu, il primo cittadino e l’assessore alla Mobilità Luca Taras hanno illustrato alcune delle preposte per la ztl.

“La sperimentazione avviata in questi mesi ha dato risultati soddisfacenti. È stato dimostrato - ha detto Luca Taras - che i flussi veicolari all’interno della Ztl, con l’apertura per l’intera giornata del varco dell’emiciclo Garibaldi, hanno fatto registrare un lievissimo incremento e contemporaneamente hanno permesso ai tutti i cittadini un avvicinamento durante le 24 ore. Il tutto è stato possibile grazie al fatto che il doppio senso di marcia nella parte bassa di via Manno ha creato un vero e proprio asse di attraversamento della città, lasciando a via Cagliari e via Brigata Sassari la sola funzione di asse di avvicinamento”.

Sassari_incontro Ztl_3Lo studio illustrato dal rappresentante della giunta comunale ha messo in luce la bontà della sperimentazione, nonostante siano state riscontrate alcune criticità per le quali l’amministrazione è pronta a proporre una serie di possibili soluzioni. In oltre sono state presentate ai partecipanti ina seri di proposte, tra queste la possibile trasformazione in area pedonale quella compresa tra piazza d’Italia e l’emiciclo Garibaldi, con varianti orarie per l’apertura. Ancora un’area pedonale tra piazza Castello, piazza d’Italia e via Roma, anche qui con possibile orario di apertura e chiusura nell’arco della giornata e della settimana. E ancora, la possibilità di allargare le Ztl su due nuove aree, prevedendo il varco elettronico in porta Nuova e in porta Utzeri, con l’accesso da via Maddalena. Ma tra le ipotesi anche la possibilità di un viale Umberto discendente per dare accesso al parcheggio del mercato civico, quindi creare una zona verde in piazza Università, “c’è una richiesta da parte anche della stessa Università”, ha detto l’assessore Luca Taras. Quindi ancora questione parcheggi, soste brevi e scontistiche per i residenti.

“La sfida - per il sindaco Nicola Sanna - è quella di capire come pensiamo di ripopolare questa area, sia la zona del centro storico basso che di quella ottocentesca. Negli anni siamo passati da 40 mila residenti a quasi 8 mila abitanti. È un dato dal quale non possiamo prescindere. Certo, non è possibile pensare di riportare quello stesso numero”.
Sassari_incontro Ztl_1Per il sindaco è necessario ripensare a forme di residenzialità. A partire da quei sassaresi che vogliono ritornare nel centro storico per lasciare l’agro. Quindi gli studenti universitari e il turista.
Intanto si pensa alle forme di rivitalizzazione del centro storico. Sono state pensate per il periodo natalizio e ora per il periodo primaverile con il maggio sassarese e non solo. “Abbiamo sottoscritto una convenzione con la Fondazione Banco di Sardegna - ha aggiunto ancora Nicola Sanna - per realizzare iniziative che consentano proprio di rivitalizzare e rivalutare il centro storico”.

All’incontro sono intervenuti anche l’assessora Grazia Manca che ha moderato il dibattito, il direttore generale del Comune Maurizio Carìstia, quindi tra il pubblico anche l’intera giunta e i componenti della terza commissione consiliare.

Alla fine della riunione sono stati nominati sei rappresentanti dei cittadini residenti che prenderanno parte alle riunioni del tavolo tecnico sull’area blu. Si tratta di Mario Bonino, Mario Pinna, Chessa Roberta, Laura Uzzanu, Nives Biosin e Checco Cadoni.

Commenta su Facebook

Close
Andrea Bazzoni - Gestione Uffici Stampa
Seguimi sui social network per essere sempre aggiornato
Twitter Facebook
Google+
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d’uso e usa cookie di terze parti. Maggiori informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.