«Stintino è un paese solidale»

Pubblicato da

Parte da Facebook l’iniziativa per aiutare un commerciante al quale un incendio ha devastato il magazzino.

 

Il magazzino incendiatoSTINTINO 2 febbraio 2013 - Un gesto di solidarietà per aiutare un concittadino che di recente ha visto letteralmente andare in fumo la sua attività. Una raccolta fondi che potrà consentire al commerciante almeno di ripartire, di rimettere in sesto il magazzino con lavori di muratura e affrontare così la prossima stagione estiva.

È l’iniziativa che alcuni cittadini stintinesi, con l’appoggio della Confraternita della Beata Vergine della Difesa, stanno avviando in favore del commerciante stintinese Piero Mariani che nei giorni scorsi ha visto andare a fuoco il magazzino con i nuovi arrivi della stagione. Il locale, situato a Cala Lupo nel complesso del Poggio Ludovica, la sera di mercoledì 23 gennaio è stato devastato da un incendio, dai primi accertamenti apparso di natura accidentale, che ha provocato danni ingenti.

 

L’iniziativa di raccolta fondi, organizzata da Agostino Schiaffino, è partita da Facebook, con un annuncio sulla pagina “Tutti gli stintinesi in un unico gruppo”. «Abbiamo pensato che questo potesse essere un modo per dare aiuto a un cittadino in difficoltà – spiega il promotore – e ci siamo messi all’opera così come si faceva in passato, quando un pescatore perdeva la barca e l’intera comunità si mobilitava per dargli una mano».

E i contatti non mancano. «Stiamo trovando già tanta gente disponibile – prosegue – segnale evidente che la comunità è presente e vicina al commerciante. La Confraternita della Beata Vergine ci ha assicurato il suo supporto».

I fondi infatti potrebbero essere raccolti sul conto della Confraternita con una causale specifica. «L’iniziativa è buona – afferma Giuseppe Benenati, presidente del sodalizio stintinese – la presenteremo durante la prossima riunione del consiglio: sono sicuro che verrà accettata».

 

«Stintino è un paese solidale – aggiunge il primo cittadino Antonio Diana – e sono certo che la comunità darà il suo contributo».

 

«Siamo rimasti colpiti e tristi per quanto capitato – afferma Antonella Mariani, assessore ai Servizi sociale e nipote dello sfortunato negoziante – anche perché, in qualità di commercianti, sappiamo cosa voglia dire subire un danno simile e vedere anni di lavoro letteralmente spazzati via».

«I fatti hanno dimostrato come l’accaduto sia stato un evento accidentale e non collegato alla mia attività di amministratore, come qualcuno avrebbe ipotizzato. L’azione di sostegno che alcuni cittadini stanno portando avanti mostra invece quanto il nostro paese sia unito e solidale», conclude l’esponente della giunta stintinese.

 

Sulla pagina Facebook “Tutti gli stintinesi in un unico gruppo” è possibile prendere contatti con i promotori dell’iniziativa.

 

Commenta su Facebook

Close
Andrea Bazzoni - Gestione Uffici Stampa
Seguimi sui social network per essere sempre aggiornato
Twitter Facebook
Google+
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d’uso e usa cookie di terze parti. Maggiori informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.